Libro -La linea nera-

Sul talloncino che accompagnava il volume c’era scritto: incrdibilmente agghiacciante. E così è. Per chi ama o vuole scoprire i thriller a tinte forti, molto forti, questo libro è imperdibile.

La linea nera
di Jean-Christophe Grangé

Che cosa collega l’apnea, il sangue nero, il miele di Angkor, le farfalle e il fruscio delle canne di bambù?
«A metà strada tra Arsenio Lupin e Hannibal Lecter, i personaggi di Grangé sono vittime di un meccanismo infernale e di un intrigo psicologico dai risvolti classici, ma sincronizzati come un orologio svizzero. Grangé non lascia nulla al caso, e tiene il lettore senza fiato fino all’ultimissima pagina.»
(«L’Express»)
«Uno degli autori di polizieschi più interessanti del momento, i suoi romanzi riescono a sorprendere il lettore più avvertito.»
(Gérard Meudal, «Le Monde»)
Una scrittura efficacissima, personaggi dalle menti labirintiche, un intreccio di ossessioni e paure, trame esplosive, un crescendo di colpi di scena, una suspense impressionante. Miscelando abilmente questi ingredienti Jean-Christophe Grangé è diventato un autore di best seller tradotti in tutto il mondo, con oltre due milioni di copie vendute.
Il film tratto da I fiumi di porpora, con Jean Reno e Vincent Cassel, ha dimostrato che la ricetta funziona anche al cinema, e infatti sono in lavorazione altre pellicole tratte dai suoi romanzi. Con La linea nera Grangé si spinge ancora oltre, in un romanzo che genera il terrore con suprema abilità.
Jacques Reverdi è un serial killer affascinato dall’emoglobina, ingabbiato nel peggior penitenziario della Malesia. Marc Dupeyrat è un giornalista. Il suo migliore amico e la sua fidanzata sono stati uccisi in circostanze terribili e vuole intervistare Reverdi per capire perché vengono commessi delitti così strani e atroci. Dal loro incontro, in circostanze imprevedibili, nascono una inchiesta sul male assoluto e una indagine su due delitti misteriosi destinati a lasciare il segno.
Ma i veri protagonisti della Linea nera sono il respiro e il sangue: quelli che scorrono nelle pagine del romanzo, e quelli del lettore, intrappolato e affascinato da questo viaggio verso il nocciolo oscuro della violenza: pagina dopo pagina mozza il respiro e fa correre l’adrenalina.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...