Il blues -cd-

Oggi presentiamo un cd del grande bluesman contemporaneo, che è stato celebrato anche nel film di Martin Scorsese “Dal Mali al Mississipi”.

Fish ain’t bitin’
di Corey Harris

Corey Harris ha guadagnato un notevole plauso critico come uno dei pochi bluesmen contemporanei in grado di incanalare la cruda e diretta emotività, tipica del blues acustico del Delta, all’interno di una musica che non è mero revival, atteggiamento che condiziona coloro che sono ossessionati dall’autenticità dello storiografo. Sebbene sia un notevole esperto della storia remota della chitarra blues, egli non è l’educato conservatore, ma colui che amalgama una varietà di influenze- dal New Orleans al caraibico all’africa- all’interno del suo suono riccamente espressivo.
Harris nacque a Denver CO ed iniziò a suonare la chitarra all’età di dodici anni, quando andò fuori di testa per i dischi di Lightnin’ Hopkins di proprietà della madre. Suonò in una R’n’R band al liceo nonché in una formazione bandistica e sviluppò la sua abilità canora in Chiesa. Attraverso il Bates College nel Maine (dove si specializzò in antropologia), Harris si recò in Camerun per gli studi linguistici africani e vi fece ritorno grazie ad una borsa di studio post-laurea; nel periodo là trascorso, assorbì il maggior numero di influenze musicali indigene, estasiato dalle loro complesse poliritmie. Una volta ritornato negli Stati Uniti, Corey insegnò inglese e francese in Napoleonville LA e, durante il suo tempo libero, si dilettava a suonare nei clubs, coffeehouses e negli angoli di strada nei dintorni di New Orleans.
La sua reputazione locale gli fece guadagnare un contratto con la Alligator, una delle più importanti e prestigiose etichette indipendenti di blues. Nel 1995 la Alligator diede alle stampe il debutto di Harris “Between midnight and day” in cui mostrava la sua incredibile conoscenza delle numerose variazioni di stile del delta-blues. Il disco ricevette elogi sperticati da numerosi recensori nonché l’attenzione dei media nazionali. Inoltre suonò, come spalla, nella tournee della cantante Natalie Merchant. Il disco successivo uscì nel 1997 e si intitolò “Fish ain’t bitin“. Fu una registrazione in cui allargò il raggio del proprio stile aggiungendo una sezione fiati stile New Orleans in parecchie canzoni mentre, allo stesso tempo, enfatizzava le proprie composizioni ad un più elevato livello musicale.
L’anno successivo, Harris fu invitato a partecipare alla collaborazione Billy Bragg/Wilco in “Mermaid avenue” in cui si adattarono dei testi di Woody Guthrie a musiche composte per l’occasione. Harris suonò la chitarra e contribuì con cori di matrice blues. Nel 1999, Corey realizzò quello che la maggioranza dei critici considera il suo migliore lavoro di sempre “Greens from the garden”; proclamato una pietra miliare in diversi settori, il disco approfondi’ ulteriormente gli aspetti funk e R&B di New Orleans e nello stesso tempo si aprì a nuovi ed efficaci contesti (reggae e hip-hop). Il risultato fu un caleidoscopio dei diversi stili musicali di matrice nera che diedero al nostro un’attenzione ancora più ampia rispetto al debutto. Alle registrazioni partecipò anche il veterano pianista Henry Butler che fu protagonista anche nel successivo lp.
Pubblicato nel 2000, “Vu-du menz” aggiornava vecchi motivi jazz e blues. In seguito Harris abbandonò l’Alligator per la Rounder e debuttò per la nuova etichetta nel 2002 con “Downhome sophisticate“ una eclettica escursione che esplorava le sue influenze africane aggiungendo un tocco di latinità alla sua tavolozza sonica apparentemente senza fine. Nel fare questo, egli si sforza di risultare appetibile al più vasto spettro possibile di appassionati di blues, da coloro che sono devoti alla tradizione a quelli più sensibili alle istanze contemporanee.

Posted by Picasa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...