L’arte dell’erbazzone…

Specialita’ di Reggio Emilia. L’Erbazzone si puo’ fare sia con le bietoline (erbette, le foglie della bietola) oppure con gli spinaci. Innanzitutto l’impasto: la pasta deve essere stesa sottile e’ una pasta brisèe, contenente strutto al posto del burro. Come in moltissime ricette tradizionali emiliane, prevede l’uso dello strutto (che fornisce alla pasta in effetti una fragranza e friabilita’ speciali)

1) Pasta: 250gr farina, 70 gr strutto, latte freddo (circa 100 ml), sale. Impastare il tutto usando strutto freddo ed aggiungendo latte fino a giusta consistenza, lasciare riposare l’impasto 30′ in frigo. Dividere in due l’impasto. La pasta andra’ tirata sottile il piu’ possibile, se ne avanza, ossia se le due sfoglie tirate sono molto sovrabbondanti rispetto alla teglia, si possono usare i ritagli per fare un cordoncino esterno.

2) Farcitura: Bietole in foglia o Spinaci 600-700g di peso cotto e strizzato, Pancetta o misto lardo/pancetta 200g, Parmigiano grattugiato 100-150g, Burro 100g, Aglio 1 spicchio tritato o due interi. Stufare le verdure con l’acqua che resta attaccata alle foglie e poi tritarle a coltello. Si fa rosolare il burro con l’aglio, il lardo e/o la pancetta, quindi la verdura tagliata. Aggiustare di sale. Fuori dal fuoco, appena tiepido si aggiunge il parmigiano

3) Tirate la pasta sottile, formate da essa due dischi, col primo foderate una tortiera unta o rivestita con carta da forno, bucherellatelo con una forchetta e metteteci il ripieno, coprite con l’altro disco, ripiegando il contorno. Se vi e’ avanzata della pasta per il cordone ponetelo attorno.

4)Bucherellare la superficie del tortino (non deve alzarsi) sia il fondo che sopra, spennellare con strutto sciolto.

5) Mettere in forno. Indicativamente per un forno elettrico, 180° 30-35′. Risulta ottima sia tiepida che a temperatura ambiente. Si puo’ tranquillamente mettere in freezer anche se si sono usati spinaci surgelati per il ripieno.

6) Le varianti che spesso si trovano sono : Aggiunta di 3-5 cipollotti affettati da soffriggere prima degli spinaci, 1 uovo o due da aggiungere all’impasto, sbattuti insieme al parmigiano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...