Skunkmello… grande blues!!

Continuano le lezioni di blues di Guy Davis, uno degli interpreti più specializzati e votati a trasmettere nozioni di musica e cultura black.
Come nei precedenti dischi Davis sceglie di lavorare a tema partendo da storie e canzoni tradizionali che appartengono alla sua gente e che gli sono indispensabili per un quadro filologicamente corretto: stavolta lo spunto è F. Samuel Skunkmello, noto ladro di polli vissuto all’inizio del 1900. Questa figura incarna lo spirito di sopravvivenza e di marginalità che percorre tutto il disco senza mai esprimere rassegnazione, come nelle corde della popolazione di colore e della chitarra di Davis.
L’album scorre piacevole grazie alla mano vivace dell’autore, il cui marchio si sente soprattutto nel banjo e negli accenti rag, quelli che meglio riescono a rappresentare il sorriso amaro ma indefesso dei personaggi (ladri di polli, giocatori d’azzardo, malavitosi, poveracci di quartiere).
Quello di Guy Davis è un blues che non abbassa la testa e che continua a sfidare la giornata con un pizzico di ilarità: è una sfumatura che deriva dalla tradizione orale e che l’autore ha fatto sua con anni di storytelling e di recitazione. Ne godono pezzi come “Skunkmellow’s dance of the chickens” che guadagna un andamento a tratti anche corale.
Le tracce comunque più interessanti sono “It takes love to make a home” con un passo più elettrico e la conclusiva “Uncle Tom is dead”, proposta in una versione remix con tanto di parlato che arriva al rap per sottolineare quella dignità nera che a fatica sopravvive nelle generazioni moderne. Il resto è materiale di qualità, eseguito con molto mestiere, come l’ennesima interpretazione di “Going down slow” o certi esercizi blues tipo “Shaky pudding”.
Il maggior pregio di Guy Davis si rivela il suo ampio bagaglio culturale-musicale: questo gli permette di presentare la varietà della black music.
Un disco vario, dalla portata culturale non indifferente…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...