Destini del sacro…

Reggio Emilia – Il congresso sarà articolato tra i Teatri della città e la Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia, in una trentina di relazioni e in una serie di comunicazioni raggruppate in forma di atelier. Tra i relatori invitati compaiono: Alberto Abruzzese, Omar Calabrese, Vanni Codeluppi, Umberto Eco, Paolo Fabbri, Gianfranco Marrone, Louis Panier, François Rastier, Patrizia Violi, Ugo Volli.

Oggetto di costante interesse da parte di antropologi e sociologi, storici dell’arte e della letteratura, dell’architettura e dei media, il sacro non è stato indagato a sufficienza dai semiologi, soprattutto in Italia, nonostante si tratti di un tema che tocca in primo piano la sfera dei segni e dei linguaggi. L’intento è avviare un produttivo dialogo interdisciplinare, confrontando prospettive di ricerca e risultati raggiunti all’interno di ogni specifico campo di studio. Il sacro è concetto teorico, ma anche una parola ricca di significati che coinvolge pratiche rituali, compare in diversi discorsi, da quello religioso a quello politico, e viene rappresentato in varie forme d’arte. Il sacro è anche qualcosa di cui non si deve o non si può dire sino in fondo è materia di riconoscimento sociale, come anche fonte di violenze.

Il congresso verrà inaugurato venerdì 23 novembre, alle ore 9, nella Sala degli Specchi del Teatro Valli, con il saluto delle autorità amministrative e universitarie. Una volta che i lavori saranno introdotti da parte di Gianfranco Marrone, presidente dell’Associazione Italiana di Studi Semiotici, verranno affrontati i rapporti tra semiotica e religioni, dagli studi biblici e dall’interpretazione del testo talmudico, ai segni del buddismo e all’architettura del sacro, passando per il totemismo e il fare magico. Nel pomeriggio, alle ore 15, nell’Aula Magna dell’Università, il discorso religioso si contaminerà con la società del consumo e l’attenzione ai mass-media. Si andrà dal sacro al profano e ritorno parlando di papi, madonne e rockstar, di scrittura della storia, si presenterà il consumo come religione, si esploreranno le icone cinematografiche, le fiction religiose e Jesus Christ Superstar.

Sabato 24, dalle ore 9, nell’Aula Magna dell’Università, verranno approfondite la battaglia sacra, il dogma della presenza, i luoghi di culto di Padre Pio, l’astrattismo della Rothko Chapel, i volti del sacro e la fotografia devozionale le relazioni tra mangiare il sacro e la santità. Sarà Umberto Eco ad essere protagonista della giornata. Alle ore 14.30, il professore terrà una relazione sulle Rappresentazioni iconiche del sacro. A seguire, protagonisti degli interventi saranno gli idoli e i miti con l’ospite francese François Rastier e le connessioni tra la mente e l’esperienza del sacro.

Il congresso è aperto al pubblico.

One thought on “Destini del sacro…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...