Agenda…

Alcuni estratti dal discorso che Vincenzo Linarello ha fatto a Reggio Emilia il 25 aprile, il documento intero è disponibile qui a fianco…
… Una organizzazione, come la n’drangheta che oggi ha un giro di affari di 60-70 miliardi di euro annui, che in qualche modo ha una potenzialità di espansione non solo criminale ma anche economica e politica inedita: non era mai successo che una mafia fosse così potente in tutto il mondo…

… Ecco la missione importante che oggi voi avete, la missione importante di cui oggi voi venite investiti: voi avete la responsabilità di chi probabilmente si è accorto prima degli altri. Avete il ruolo di quello che nella bibbia veniva nominato “la sentinella”…

… passare dai segni del potere al potere dei segni…

… Perché tu alle persone puoi anche dire: ”No, tu devi cambiare, tu devi ribellarti, tu devi non scegliere alcune cose.” Ma provate a farlo voi dentro il ricatto dei propri bisogni quotidiani…

… Abbiamo visto il governo di centro destra, poi quello di centro sinistra. Mi pare che nessuno dei due sia riuscito a mettere mano né ad alcuni istituti del sistema giuridico italiano come il patteggiamento, il rito abbreviato che oggi svuotano la certezza della pena, per cui uno condannato a 20 anni per traffico di droga te lo ritrovi fuori per strada dopo due o tre anni, oppure ti ritrovi dopo qualche mese fuori l’usuraio che hai denunciato qualche giorno prima. E poi qualcuno fa appello ai cittadini…

… La manifestazione del 1° marzo non aveva lo scopo di essere una manifestazione antimafia. Era antimafia nei fatti, ma non era quello lo scopo principale. Lo scopo principale era quello di dire: Calabria guarda, Italia guarda si è costituita un’alleanza di soggetti dalla Valle d’Aosta fino alla Sicilia e questa alleanza di soggetti non ha solo il compito di dire “noi la pensiamo così”, ma si da’ un programma, si da’ un cammino, si da’ alcuni obiettivi ben precisi. Da lì oggi noi ripartiamo. Vi riassumo velocemente gli obiettivi:
dar vita a una fondazione di comunità
– provare a fare degli esperimenti di comunità mutualistiche in Calabria
– fare una scuola per dirigenti di imprese comunitarie
– una rete di difesa non violenta dalla Valle d’Aosta alla Sicilia capace di reagire quando qualcuno viene attaccato
– la capacità, soprattutto nei territori altri della Calabria, di presidiare il proprio territorio…

… Quello che voi dovete fare qui, in questo territorio:
– impicciarsi
– decodificare
– spiegare
– informare
– dissacrare
– perdonare…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...