Darjeeling…

Tre fratelli (Brody, Wilson, Schwartzman) si ritrovano ad un anno di distanza dalla morte del padre per rimettere in pari il loro legame, sfaldatosi negli ultimi tempi per chissà quale motivo: luogo deputato alla “rinascita” uno scompartimento del Darjeeling Limited, sorta di treno “spirituale” che attraversa quasi per intero l’India, nazione “mistica” per eccellenza dove, guarda caso, si è rifugiata la madre dei tre, ora missionaria in chissà quale convento.

Introdotto da un bellissimo cortometraggio prologo (Hotel Chevalier, interpretato da Natalie Portman e dallo stesso Schwartzman, coautore della sceneggiatura del film insieme al regista e a Roman Coppola), Il treno per il Darjeeling conferma quanto di buono dimostrato finora da Anderson, pur senza riuscire a svincolarsi dall’autoreferenzialità, cifra ormai inevitabile per rapportarsi al suo cinema.

Si parte col peso del passato racchiuso in un caratteristico set di valigie  di Vuitton… e sulle note degli Champs Elysées si riprende il treno al volo, liberati, lasciando cadere il fardello paterno simbolo della vita passata… colorato e curioso… stupendo il dialogo in silenzio che passa in rassegna le vite dei protagonisti come in scompartimenti del treno!!

3 thoughts on “Darjeeling…

  1. Bravo DavidO !!!
    non me l’aspettavo così in fretta, comunque c’ero anch’io al cinema ed è un film che ne vale la pena, davvero!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...