Della violenza rappresentata

df-06838-rIeri sera? Con un gruppo di amici scelto, visto un film: la promessa dell’assassino. Dunque riflessioni sulla violenza e sulle sue rappresentazioni.

Partiamo dicendo che la violenza rappresentata di per sé è paradossale. Dalla scena del documentario (alto valore di realtà), al film sui campi di concentramento (rappresentazione di realtà), allo snuff movie (il protagonista è pagato per essere ucciso sulla scena mentre viene girato il film che poi altri guarderanno), al duello di un film fantasy (valore di realtà assente).

Solitamente sullo schermo, il medium funziona in modo tale per cui il valore emotivo è maggiore del valore reale, quindi succede che un film mi tocchi e mi impressioni più di quanto mi squota la violenza che scorre sullo stesso schermo durante il telegiornale… Cronenberg nella sauna riesce con maestria a ribaltare la questione. Azzera praticamente il valore emotivo, togliendo ogni spettacolarizzazione dell’azione violenta, cui hollywood ci ha abituato, elimina persino ogni qualsivoglia colonna sonora e aumenta incredibilmente il valore di realtà. Tanto che alla fine della scena sei molto meno toccato nell’emotività che davanti ad altri film. Quasi sicuramente non piangi… ma sei raggelato dalla coltellata reale appena ricevuta… e ti esce un “caspita, quanto è reale!”.

Tutto ciò non può esser apprezzato da tutti (comprensibilmente), penso a chi non regge nessuna rappresentazione violenta sullo schermo… l’importante è non cominciare a chiedersi chi è più o meno sensibile. Ne seguono alcune idee, ad esempio sul nostro moraleggiante modo di pensare che davanti al tg che non ti tocca minimamente ti fa nascere la domanda: “Perché non mi tocca… anche se dovrei starci male?”, “Ma che persona sono?”. Antico retaggio delle parole delle nostre mammine, il cui insegnamento era che il fatto vero ti doveva toccare più del film, se no eri disumano. Anche se le tue reazioni ti dicevano il contrario e ti facevano capire che forse erano loro ad avere problemi con l’umanità.

Grande livello. Fateci un pensiero.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...