Accostamento blues…

Proposta di un intinerario meditato di accostamento al blues – partiamo con 10 cd in ordine di accessibilità per un avvicinamento graduale al mondo del blues. Seguendo l’ordine, ogni cd permetterà di apprezzare qualcosa del successivo. A viaggio completato, se desiderosi di approfondire potrete richiedere la lezione 2, cioè i prox 10 cd da ascoltare, dopo di che sarete in grado di muovervi con assoluta libertà nel mondo del blues. Partiamo…

1. Blues Brothers – Original Sound Track / immancabile, forse già conosciuto, ma si sente un pizzico dei classici da cui si può partire.

2. Zucchero – Zu & Co. / Questi sono alcuni dei più bei duetti di Zucchero raccolti in un cd, ci sono molti dei grandi e si possono vedere le aperture del genere verso il rock di Brian May, verso la lirica di Pavarotti, verso il Pop di Sting, verso i classici, verso il soul di Solomon Burke, verso il jazz di Miles Davis e altro…

3. Ray Charles – Genius Loves Company / da uno che ha rivoluzionato la musica in genere un po’ di duetti dove il suo piano blues inconfondibile regala emozioni.

4. BB King – Deuces Wild / il grande chitarrista in una serie di collaborazioni interessanti, non è il suo cd più classicamente blues ma è accessibile e godibile sin da subito.

5. Dr John – Dis Dat or D’Udda / siamo a metà del viaggio e la difficoltà sale. Qui abbiamo a che fare con una leggende del blues del Delta. Mississipi. New Orleans. Pianista d’eccezione, inconfondibile. Da ascoltare un paio di volte prima di entrarci del tutto.

6. Eric Clapton – Unplugged / Una raccolta di blues nel più classico senso della parola e di ballate indimenticabili, come quella dedicata a suo figlio. Da prendere con calma, senza fretta. Non si ascolta camminando ma seduti su una panchina…

7. John Lee Hooker – The best of friends / Arriviamo a uno dei mostri sacri, è uno dei suoi cd tra i più accessibili. Ma siamo comunque nel cuore profondo del genere. Qui suona con alcuni amici e regala una canzone con chitarra e battito del piede e basta. Il livello è altissimo.

8. Charlie Musselwhite – Sanctuary / Il re dell’armonica con un coro di 4 soulman ciechi e la chitarra di Ben Harper. Torbido, introspettivo, sognante, mooolto interessante.

9. Eugenio Finardi – Anima Blues / Questo perché anche tra i nostri cantautori ci sono sfumature di blues. Qui Finardi fa emergere questa influenza dedicando un cd al genere.

10. John Mayall – Jazz Blues Fusion / Qui siamo in Inghilterra, a casa di uno che ha ridato popolarità al genere in Europa. E’ l’ultima tappa del viaggio, ed è un apertura verso il jazz con sfumature rock. Ma il blues è anche questo.

Advertisements

4 thoughts on “Accostamento blues…

  1. Una delle (poche) cose buone di ‘sto blog…MO p.s. Ovviamente scherzo…ho iniziato con la uno (Blues Brothers) mentre scrivo un pezzo per l’Università

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...