Cucina dell’anima…

Soul Kitchen – un film di Fatih Akin

Un monaco una volta mi disse, che nella vita i luoghi di verità sono due: il letto e la tavola. Ebbene, qui stiamo esplorando i risvolti più colorati della vita. Ci immergiamo in cucina, incontriamo lo chef che ognuno vorrebbe incontrare… il tutto accompagnato dalla frizzante musica soul, che fa di un capannone il luogo per la cucina dell’anima. Buongusto, stile, musica e colori. Le schifezze si servono nel locale all’angolo, non in questo film. Qui si cucina per amore o forse ci si innamora per cucinare. Mansarde di Amburgo occupate, profumo affettato sul tagliere, schiene bloccate. E in sala tu che ridi.

Già, perché tra una morosa che scappa, un fratello che esce di galera e un vecchio scorbutico quanto saggio, l’anima diviene fragrante. Si passa da anonimi piatti dal gusto unifore di panna, a sinfonie di vivi sapori. Barcollando da una risata all’altra, tra una birra e una prelibatezza afrodisiaca. Il sorriso di una ragazza, l’urlo del cuoco che reclama la cistifellea del suo branzino.

E alla fine esci dalla sala contento, sorridendo a chi ti sedeva accanto… mentre ti ritrovi a immaginare di aprire un ristorante, magari con un po’ di musica. Chiuso per festa privata.

—————————

Prelibatezza d’agnellino da latte “meeeh” con ratatouille

Soul-ingredienti:

12 costolette di agnellino, 100 ml di aceto balsamico, 5 cucchiai da minestra di olio d’oliva, 1 limone, rosmarino, origano, timo, 1 spicchio d’aglio, 1 piccolo peperoncino, sale, pepe, 3 peperoni (rosso, verde, giallo), 1 zucchina, ½ melanzana, 2 scalogni, 1 spicchio d’aglio, 3 pomodori, sale, pepe, olio d’oliva, timo, origano.

Procedimento:

1. Lavate velocemente le costolette e tamponatele con della carta da cucina. Incidete con il coltello in più punti il margine di grasso e raschiate via con cura le ossa dalla carne.

2. Per la marinata versate l’olio, l’aceto balsamico e il succo di limone in una scodella. Aggiungetevi gli odori lavati e sfilacciati grossolanamente. Schiacciate poi uno spicchio d’aglio sbucciato. Dividete a metà il peperoncino, privatelo dei semi e tritatelo finemente. Mischiate bene aggiungendo pepe e sale. Mettete le costolette in una padella e ricopritele con la marinata. Lasciate riposare il tutto ricoperto per circa 3-4 ore in frigorifero, preoccupandovi di voltare più volte le costolette.

3. Scolate le costolette e rosolatele in una padella con dell’olio caldo oppure sulla griglia tenendole dai 3 ai 5 minuti per lato. Infine aggiustate di sale e pepe. Dopo averla cotta, lasciate riposare ancora un po’ la carne.

4. Per la ratatouille mondate la verdura e tagliatele in pezzi d’uguale grandezza. Sbucciate le cipolle e l’aglio e tritate finemente. Pelate e private i pomodori dei semi per poi tagliarli a loro volta.

5. Fate appassire a fuoco dolce le cipolle e l’aglio e aggiungeteci a mano a mano i peperoni, le zucchine e le melanzane. Insaporite con il timo, l’origano, il sale e il pepe, lasciando cuocere e accertandovi che le verdure mantengano la cottura al dente. Infine aggiungete i pomodori e fate terminare brevemente la cottura girando bene.

6. Disponete sul fondo del piatto la ratatouille e adagiatevi sopra tre costolette per porzione. Decorate con del rosmarino fresco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...