Magna Charta

Echi da Robin Hood – la prima carta che sancisce la libertà, liberamente firmata da Giovanni Senza Terra con un paio di coltelli alla gola…

– – – – – – – – – – – –

“Enrico per grazia di Dio re di Inghilterra,salva tutti i suoi fedeli che vedranno la presente carta. Sappiate che noi… abbiamo dato e accordato… a tutti del nostro regno le libertà qui sotto specificate… Nessun uomo libero sarà arrestato,privato della sua libertà o libere usanze,messo fuori dalla legge, esiliato… e noi non metteremo o faremo mettere la mano su di lui se non in virtù di un giudizio legale dei suoi pari e secondo la legge del Paese”

Per la prima volta un monarca assoluto accetta una limitazione dei suoi diritti, riconosce regole di giustizia neutrale e ai sudditi un organismo che li rappresenti. E’ il 1225, l’anno della promulgazione della MAGNA CHARTA LIBERTATUM, la GRANDE CARTA DELLE LIBERTA’.

La “charta” viene concessa la primissima volta nel 1215, da quello che fu uno dei sovrani più spietati ed odiati di tutti i tempi, quel Giovanni Senza Terra, fratello di Riccardo Cuor di Leone, le cui nefandezze ci sono state tramandate attraverso la leggenda di Robin Hood. Subito dopo essere stata concessa,viene poi ripudiata.Trascorreranno dieci anni, prima che Enrico II, figlio di Giovanni, la promulgasse definitivamente. In una storia che conosce vari altri tentativi, tra cui i paradigmi dell’antica Grecia possono essere considerati tra gli esperimenti più promettenti, la promulgazione della Magna Carta rappresenta il primo vero passo verso l’affermazione di uno Stato democratico, nonostante i destinatari dei principi e dei diritti da essa sanciti fossero diretti a nobili e alto clero.

Nonostante sia stata oggetto di continue rettifiche apportate da leggi ordinarie del Parlamento nel corso dei secoli, la Magna Carta rappresenta tuttora la carta fondamentale della monarchia inglese e la sua storia è importante oltre che per la storia della Gran Bretagna stessa e dell’Europa, anche per quella del mondo intero. E’ ad essa, infatti, che si fa risalire l’origine di importanti principi costituzionali e la nascita dei parlamenti degli Stati moderni.

Simona Borzi

– Ribellarsi e ribellarsi ancora finché gli agnelli diventeranno lupi. –

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...