Il letto e le mosche

Letto di contenzione all’OPG di Reggio Emilia

Hai mai desiderato, stanco dopo una lunga giornata, di poter sdraiarti sul letto? Di per sé è già un pensiero confortante. Il letto evoca normalmente una sensazione piacevole, dal riposo fino al piacere. Eppure c’è chi lo eviterebbe con tutte le proprie forze, chi ci è stato legato contro la propria volontà, a un letto di contenzione.

In uno dei nostri ultimi incontri, qualcuno ricordava di quando aveva subito questo trattamento. Tutto sommato la descrizione è semplice, quello che colpisce però sono tutte le parole che circondano “il letto”, parole insolite… che mai troverebbero posto in una camera.

Prima di tutto sono stato picchiato, volevano farmi sdraiare a tutti i costi sul letto, poi spogliato e legato al letto, braccia e gambe un poco divaricate. Mi hanno lasciato lì tre giorni e tre notti. Dopo un po’ di tempo si perde qualsiasi significato uno possa attribuire alla parole igiene, e in cambio si trovano le mosche. Quelle me le ricordo, non riuscivo a scacciarle dal viso, ero legato. Cercavo di far vibrare la pelle delle guance per tenerle lontane, come i cavalli coi tafani, ma non riuscivo a scacciarle quelle mosche. Mi erano sempre addosso, attorno alla faccia. E continuo a chiedermi per quali vie questo trattamento possa esser chiamato terapia, e messo in atto in un’ospedale. E se qualcuno mi chiede di parlare della realtà in cui vivo, di quanto il contesto sia riabilitativo o meno… a me vengono in mente le mosche.

Quando sarò fuori la mia camera sarà pulita e profumata, sul mio letto non voleranno mosche. Sempre che io ci arrivi, ad essere fuori.

Davide Orlandini, nuovoEffatà – mar 2011

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...