Alrededor de los Andes

barra-che

Giovedì 7 agosto – giorno I – Reggio Emilia

Cominciamo i preparativi, come Ernesto caricava la Poderosa qui si mette in fila la roba per lo zaino. Senza avere la misura soprattutto del freddo e dell’alta quota. Da domani prendiamo il Diamox, per gli sportivi è una sostanza dopante… altrimenti si usa per l’edema polmonare. Boh. La torcia frontale dovrebbe servire per scendere in miniera, e il sacco a pelo deve resistere fino a -15°C.

Sulla Bolivia non ci sono molti romanzi. Anzi forse non ce ne sono proprio. C’è il diario del Che – che vorrei leggermi – ma in realtà parla di guerriglia, poi c’è qualche saggio tra la storia la politica e l’antropologia che parla di Evo Morales e della svolta di un presidente indio. Si trova qualcosa a fatica che accenna all’ecologia e al culto della Pachamama, l’opposizione di Cochabamba alle multinazionali e infine si può pescare qualcosa sul versante religioso legato alla teologia della liberazione, pensieri nati là verso Meddelìn. Qualche narrazione di viaggio la si trova, qualche guida… ma niente che seriamente catturi l’attenzione. Niente di comparabile a quanto esiste per il Cile, la Patagonia, la Terra del fuoco, Sepulveda, Neruda e amici. Vedremo.

One thought on “Alrededor de los Andes

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...