Sculture di desideri

isla del sol

Giorno V – Isla del Sol

Stamattina da La Paz abbiamo preso una specie di bus per Copacabana, la città portuale sul lago Titicaca. È famosa per il turismo religioso, la Virgen de Copacabana è patrona della Bolivia e il paesello è un luogo santo per pellegrinaggi sia dei boliviani che dei peruviani (che infatti si spartiscono la proprietà del lago più alto del mondo). Nella cappella delle candele la gente entra, compra candele, poi le brucia facendo colare la cera a far sculture dei propri desideri: chi la casa nuova, chi la macchina. Il culto cristiano si fonde col culto originario indio che viene dagli Aymara e dagli Inca. Comprano miniature dei loro sogni come una piccola auto, salgono la via crucis sul monte accanto che chiamano Calvario poi fanno benedire l’oggettino, scendendo si fermano dallo sciamano per il rito tradizionale. Infine la lunga fila di macchine addobbate per ricevere la benedizione.

Per pranzo io e Ricco troviamo un capannone di lamiera al mercato, per 20 B$ (circa 2,50 €) ci preparano il pranzo davanti e ci sfamiamo con “trucha frita”, ottimo sapore… cugina della nostra trota salmonata. Lì conosciamo una bimbetta simpatica che gioca con noi (Andrea le ha regalato una penna) e un paio di olandesi.

Nel primo pomeriggio ci imbarchiamo per l’Isla del Sol – la più grande dela lago Titicaca – dove gli Inca antichi celebravano il masculino, mentre sull’Isla de la Luna il femenino. Luogo d’incanto, rovine incaiche. La camminata d’alta quota taglia un po’ il respiro, qualcuno fatica. Ma l’aria è pura e si vede il Perù dall’altra sponda. Conosciamo un gruppetto di finti milanesi prima di cena, ci raccontano di un trekking massacrante di due giorni in Perù dove si vedono i condor… al canyon del Colca, loro sembrano stravolti ma le loro parole invogliano. Chissà.

Assaggiamo un vino boliviano prodotto con l’uva dei vigneti più alti del mondo, a Tarija oltre H – 2000. La luce del crepuscolo fa dell’acqua una superficie come di pietra smerigliata, poi il sole cala e scende il freddo. Isola incantata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...