Cabaaallo

IMG_7147

Domenica 9 agosto – Viñales

Intanto Umberto e l’amico Fernandito sono due bei hijos-de-cuba… e ci han dato la prima inhulata hubana. Gli explendidos eravamo solo noi al Floridita ieri sera che sorseggiando un ottimo daiquiri tentavamo di accendere i bei Cohiba che non tiravano manco gli accidenti, nemmeno a diventar cianotici in iperventilazione polmonare o a toccarsi le guance dal di dentro come fece Ricco detto il Beddgio. Fogliacce di banano pressate saranno.

Ma oggi siamo a Viñales ed è un’altra musica: paesello dai mille colori delle case particular e in mezzo a insoliti rilievi montagnosi carichi di vegetazione, stile Avatar. Verso le quattro un’oretta di pioggia torrenziale che crea laghi e fiumi, appena terminata la tempesta i cavalli per fare un giro verso la selva sono pronti. Mai girato a cavallo… giusto che la prima volta sia un giro di quattro ore nella valle solitaria per giungere alla Cueva del silencio, passando per le piantagioni di tabacco per capire la lavorazione dei puro, assaggiare il cocktail segreto – el guarapiron – che pare sia composto da succo di ananas naturale, succo di canna da zucchero appena spremuto, ghiaccio, limone e rum bianco (probabilmente deve contenere anche un segreto divinamente voodoo che non ci è dato sapere… il miglior drink mai ingurgitato, come testimonia l’incrocio di sguardi sgomenti con Carletto sottolineato da un “maiahlah” con tante acca da sembrare un litania coranica), e uno sguardo alla lavorazione del caffè.

Va detto che l’indecisione iniziale da tempesta è stata ripagata ben al di là di qualsiasi aspettativa. E cavalcare è spettacolare… benché al trotto le misure siano ancora da prenderci. La cueva è una caverna scavata dall’acqua, per 2 CUC c’è un guia che te la fa attraversare chiedendo la tua immaginazione per vedere animali immoti nelle rocce.

La palabra enseña, el ejemplo guia” – El Che… o brillantemente rivisitata “La parola insegna, l’esempio Giovanni” – El Ricco.

Mentre Bud, Terence, Faina e il Timido procedono sui loro nobili destrieri anche l’amazzone Ginger e western Chiara prendono dimestichezza dei loro ronzini. Processo e aroma del caffè fascinosi, primo sorso di guarapiron stravolgentemente sovversivo. La produzione del tabacco è una lunga e ammaliante storia che narra di semi piccolissimi che danno vita a una pianta ciascuno, poi le piante più belle vengono trapiantate per farle crescere sino al fiore e lì vengono tagliate per recuperare i semi dai fiori e per far ingrossare i cinque livelli di foglie. Le foglie vengono fatte seccare, poi il 90% va al governo e il 10% resta ai campesino. Il governo fa una fermentazione chimica per favorire la conservazione e la rapidità, lasciando la nicotina. I campesino fermentano naturalmente e tolgono la venatura centrale della foglia che contiene nicotina, arrotolano, sigillano con un po’ di miele e lasciano il puro avvolto in un foglio di carta per togliere l’umidità, due giorni. Da qui in avanti si può fumare… e comprare, che tu puoi portare a casa 50 sigari, 2 litri di rum e 1 kg di caffè. Prendiamo pacchetti da 20 sigari a 50 CUC. Dovrebbero esser buoni questi, Chiaretta la saggia non si è fatta stregare e si è fatta accendere un sigaro scelto a caso davanti. Il campesino da-un-puro-al-minuto sembra onesto.

Per cena tra pollo e pesce abbiamo bananine fritte saporose, ottimo avocado e pomodori sbiaditi, riso bianco con fagioli neri, meraviglioso ananas bianco con papaya e succulento mango. Rilassiamo le membra sulle sedie a dondolo vivisezionando un cohiba-fetecchia e immaginiamo Ernesto e Fidel a cavallo nella Serra preparando la guerriglia rivoluzionaria.

Carletto offre a “Gaaato” dischi di cetriolo insaporiti pescado.

Musica – Zucchero, Pana.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...