Ma Camilo dov’è?

IMG_7382

Venerdì 21 agosto – La Havana

Ieri sera la serata si è conclusa al grido della negrona della Habana Vieja “Una teta por un dolaro”. Stamattina prima di salutare Rafa ci siamo fatti portare al Morro, la prigione che guarda il Malecon. Poi abbiamo cercato aria di epopea rivoluzionaria o per meglio dire di propaganda castrista sino al Granma, la barca su cui viaggiò anche il nostro Gino Donè. E infine quattro passi a 5 CUC per il cimitero monumentale enorme lì nei pressi di Plaza de la Revolucion. La tomba dei militari rivoluzionari reca incisi numeri invece di nomi.
Di Camilo Cienfuegos – il mitologico delle vie e delle piazze – però manca la lapide e anche il corpo… si sussurra che Fidel stesso l’abbia fatto sparire in quell’incidente aereo perché personaggio scomodo e critico.
A Rafael diamo la mancia, lui ci ringrazia con una bottiglia di rum. Uscendo cerchiamo un ultimo caffè all’Escorial ma sono rimasti senza corrente, alla cioccolateria una commessa si occupa della fila di clienti e le altre quattro parlottano paciose… siamo a Cuba dice una. L’ultima cena alla paladar La Moneda, onesta e succulenta la bistecca su cui ci siamo lasciati guidare. Dopo pochi passi ripieghiamo su un rum con Partagas IV e Montecristo. Amen.

Musica – Laritza Bacallao, Que suenen los tambores

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...